domenica 14 aprile 2019

Schemi astratti di comportamento animale indecente: il giudizio di Enea Roversi


Nel 2017 la mia raccolta di poesie Schemi astratti di comportamento animale indecente è stata segnalata al concorso Bologna in lettere nella sezione Sillogi inedite. Nel libro digitale I quaderni di Bologna in Lettere è stata pubblicata questa motivazione firmata da Enea Roversi:
"Un mondo folle, lanciato verso la propria fine come una nave alla deriva: è questo lo scenario che fa da sfondo alla raccolta di Luigi Siviero. L’autore popola i suoi versi di personaggi bizzarri e li fa vivere in luoghi senza tempo, dove scendere e salire è un atto unico. Ci si trova catapultati in ambienti surreali e a volte inquietanti: nelle stanze le pareti sono fogli di carta e in soffitta c’è una persona imbavagliata. Ricorre spesso la parola alieno, sono presenti l’Apocalisse e l’angelo della morte, ma anche gli asteroidi e soprattutto il pianeta, visto come il  luogo. Se poi è un pianeta di plastica, dominato da un dio di plastica, poco male: ci sarà alla fine un maggiordomo cyborg a rimettere in ordine le cose. Farsa e tragedia si mescolano nei versi di Siviero (così come preistoria e futuro) per descrivere un mondo in disfacimento in cui l’uomo diventerà cibo per insetti. Se fosse un  film il regista potrebbe essere Jodorowsky."

mercoledì 13 febbraio 2019

Un'astrazione linguistica dai toni freddi


La casa editrice Montag ha pubblicato il mio primo libro di poesie, intitolato Un'astrazione linguistica dai toni freddi. Il libro contiene 48 poesie e un'esaustiva introduzione nella quale ho spiegato come e perché le ho scritte.
E' mia anche la foto usata per la copertina. Nell'immagine c'è un ramo riflesso in un lago.
Nel sito della casa editrice si può leggere una descrizione del libro e acquistarlo.
Il libro è in vendita anche nei negozi online ed è ordinabile nelle librerie.

Sherlock Holmes nei fumetti britannici moderni su Sherlock Magazine n. 45


La casa editrice Delos Digital ha pubblicato il n. 45 della rivista Sherlock Magazine, contenente tra le altre cose un mio articolo di una dozzina di pagine intitolato Sherlock Holmes a fumetti. I fumetti britannici moderni. L'articolo è tratto dal libro Sherlock Holmes. L'avventura nei fumetti pubblicato nel 2016 da ProGlo - Prospettiva Globale, con l'aggiunta per l'occasione di numerose illustrazioni.
In questo numero di Sherlock Magazine ci sono anche un articolo di Enrico Solito, un lungo racconto di Paul D. Gilbert intitolato Sherlock Holmes e l'avventura del cutter Alicia e altri interventi. Nel sito Sherlock Magazine c'è la descrizione completa di questo numero.


venerdì 18 gennaio 2019

Dopo il Crepuscolo dei Supereroi: presentazione alla Libroteka


Sabato 19 gennaio alle ore 17:00 presenterò il libro Dopo il Crepuscolo dei Supereroi alla Libroteka di Trento.
Il libro è pubblicato da Eretica Edizioni.

Nella   seconda   metà   degli   anni   Ottanta   il   fumetto   americano   fu   rivoluzionato   dall'uscita   di Watchmen  di Alan Moore e Dave Gibbons e  Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro  di Frank Miller. Nelle due opere i supereroi vennero tratteggiati come dei pazzi oppure come delle persone assetate di potere autoritario. L’impatto di queste due opere sul pubblico e sugli altri autori di fumetti fu enorme. Divenne opinione comune che i supereroi fossero giunti al crepuscolo e che non sarebbe più stato possibile narrare le avventure di personaggi altruisti e dediti a un disinteressato desiderio di agire in nome della giustizia e della solidarietà nei confronti dei bisognosi. Quando iniziò la sua lunga collaborazione con la DC Comics, lo scrittore Grant Morrison non volle sottostare al modello di supereroe che si era imposto nel fumetto americano in seguito alla pubblicazione di Watchmen e di Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro. Dalla seconda metà degli anni Ottanta alla fine degli anni Novanta lo sceneggiatore tentò in più modi di ricostruire la figura del supereroe classico, trovando infine una soluzione soddisfacente al problema nella serie JLA. Nel saggio viene descritto il percorso intrapreso da Grant Morrison per restituire una dignità e un senso alla figura del supereroe. In quel periodo di tempo Morrison scrisse opere che gli assicurarono un posto di primo piano nella storia del fumetto: da  Animal Man  ad  Arkham Asylum, da  Doom Patrol a JLA. Dopo il Crepuscolo dei Supereroi è un'analisi di questi e di altri fumetti ricca di spunti originali, nella quale i fumetti supereroistici di Morrison scritti nella prima metà della carriera dell'autore vengono collocati in una cornice coerente e unitaria. Pur essendo dedicato in modo specifico a Morrison, il libro è di sicuro interesse anche per chi voglia informarsi su parte della sterminata produzione fumettistica di Alan Moore e su un'epoca importantissima del fumetto americano e inglese

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails